San Bonifacio, donna in coma da dieci anni. Il legale fa causa alla Bayer

Si tratta di una delle 100 donne rappresentate da Sergio Calvetti. Le pillole anticoncezionali del colosso tedesco potrebbero aver causato ictus o infarti

Articolo Verona Sera 07 gennaio 2016 10:06
Di San Bonifacio una delle cento donne che ha fatto causa alla Bayer.
Si chiama Drospirenone ed è il principio attivo delle pillole anticoncezionali Yasmin, Yaz e Yasminelle, marca Bayer. Per il legale di Treviso Sergio Calvetti, questo principio attivo è la causa di trombi ed emboli nelle donne rappresentate dallo Studio Legale Treviso Calvetti & Lawyers.
Le donne sono cento e tra loro c'è anche una 36enne che a San Bonifacio è in coma vegetativo da dieci anni. Lo riporta il Corriere. Sergio Calvetti ha denunciato la Bayer e chiede che la procura indaghi. Non solo, il legale chiede anche un risarcimento per le donne danneggiate e che il farmaco non sia più distribuito. Un caso simile è già avvenuto negli Stati Uniti, dove la Bayer ha dovuto sborsare 142 milioni di dollari per risarcire centinaia di donne vittime di infarti o ictus a causa delle pillole. Anche in Europa il caso è stato affrontato dall'apposita agenzia europea, che ha confermato l'aumento del rischio di trombosi dopo l'assunzione del farmaco e alla Bayer è stato vietato di vendere il prodotto come cura per l'acne moderato. 

Articolo tratto da http://www.veronasera.it/cronaca/san-bonifacio-donna-coma-causa-bayer-7-...

Potrebbe interessarti: http://www.veronasera.it/cronaca/san-bonifacio-donna-coma-causa-bayer-7-...
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/veronasera